La Torre di Aaly

La Torre di Aaly

La Torre di Aaly - Logo

La Torre di Aaly è un progeto avviato da un gruppo di giovani con diversi percorsi di formazione e specializzazione. L’intento comune è quello di supportare bambini e ragazzi nella crescita favorendone il benessere. Oltre ad accompagnarli nello studio, offriamo loro un luogo di incontro sicuro e protetto in cui stringere nuove amicizie e con figure adulte a cui poter fare riferimento.

Inoltre La Torre di Aaly si pone come spazio di aggregazione serale per gli adulti, con corsi tenuti in orari post lavorativi e la possibilità di usufruire di cinquecento giochi da tavola grazie alla collaborazione con l’associazione ludica Una Mole di dadi.

La Torre di Aaly collaborerà alla fera del gioco da tavolo e gioco di ruolo To Play in data 15 – 16 settembre 201e con una caccia al tesoro, servizio truccabimbi, sculture di palloncini e una serie di giochi da tavolo per bambini a partire dagli otto anni.

Panic Lab

Le amebe sono rosse, le amebe sono blu,
le amebe sono verdi e sei un'ameba anche tu.

Panic Lab è un party game da due a dieci giocatori. I bambini impersonano degli scienziati che hanno il compito di identificare alcune forme di amebe prima che queste scappino dal laboratorio.
La difficoltà del gioco consiste nel fato che le amebe sono instabili e possono cambiare forma e colore a causa dei composti chimici present nei laboratori.

Pozioni esplosive
I giocatori sono student dell’ultimo anno della Accademia di Stregoneria Horribilorum, intento a svolgere l’esame finale, con l’obiettivo di ottenere l’ambito premio di studente dell’anno. Per farlo devono realizzare le migliori pozioni. Ogni giocatore ha una plancia personale, dove posizionare due pozioni e le biglie di riserva che simboleggiano gli ingredient da usare. In Pozioni esplosive bisogna far combaciare oggetti uguali facendoli esplodere e ricavandone ulteriori risorse che i
giocatori usano per fare le pozioni.

Lo Chef pastccione
In questo gioco i ragazzi sperimentano le gioie della cucina, metendosi alla prova di fronte a diversi piatti. Devono riscaldare i loro fornelli e con abilità preparare i loro manicaretti. I piatti finiti fanno guadagnare delle stelle, mentre quelli bruciati o inutilizzati fanno perdere punti vittoria. Il primo cuoco che acquista 3 stelle o la maggioranza dei punti vittoria è il vincitore.

Il verme è tratto
Sedici tessere numerate e con un verme dipinto su una faccia vengono posizionate di fronte ai giocatori. Questi devono cercare di acquisirne il più possibile tirando i dadi e ottenendo un punteggio uguale o superiore a quello delle tessere disponibili sul tavolo o tra quelle già acquisite dagli avversari. Il regolamento è snello e le partite molto veloci, ma la componente strategica non manca e permette un buon numero di partite divertenti e diverse.

Full Moon
Quattro tessere con altrettanti lupi di colore diverso devono essere impilate per raggiungere la Luna. Questo gioco a due prevede memoria e strategia, non è raro che un giocatore quasi arrivato alla vittoria si veda rubare tuto il lavoro dall'avversario nell'ultima mossa.

Sì, Oscuro Signore!
Gli scagnozzi del signore del Male ritornano al castello, ben sapendo che dovranno subire l'ira del loro padrone non hanno portato a termine la missione! In questo gioco di carte, la fantasia e l'improvvisazione sono le capacità fondamentali per vincere, i giocatori devono evitare la punizione finale e accusare i rivali del fallimento della missione.

Fantascat
Al centro del tavolo vengono messe cinque figure, ciascuna caratterizzata da un colore. Un giocatore mischia le carte e di volta in volta le gira di fronte agli altri, in vista. Ogni carta mostra due rappresentazioni delle figure (ad esempio topo e fantasma, bottiglia e topo, libro e poltrona) ognuna delle quali è colorata. Se la carta ha un oggetto colorato nel modo giusto (ad esempio, il fantasma è bianco), bisogna afferrare l'oggetto illustrato; se invece la carta ha oggetti colorati in maniera errata, bisogna afferrare l'unico oggetto che non è coinvolto nell'illustrazione nè come
forma nè come colore.